Ricette con le prugne

LA COLAZIONE PERFETTA PER L’AUTUNNO?

Per chi ama la colazione dolce all’italiana o chi preferisce osare con un menù mattutino “salato”: ecco le tre ricette ideali per iniziare al meglio le giornate d’autunno consigliate dal California Prune Board

 

Con l’arrivo dell’autunno il risveglio al mattino può diventare difficile se non traumatico: il freddo improvviso, la nebbia e la pioggia non sono un grande incentivo. Sapere però che ci aspetta qualcosa di buono e gustoso in cucina può essere d’aiuto, ma non sempre è facile capire quali sono le corrette abitudini alimentari da seguire e cosa è meglio mangiare a colazione. 

Il California Prune Board, in collaborazione con la food blogger Teresa Balzano di Peperoni e Patate e con Annamaria Acquaviva - dietista e nutrizionista del California Prune Board in Italia - ha identificato tre ricette ideali per iniziare al meglio e con un pieno di energie le giornate d’autunno. 

In autunno il nostro organismo si deve adattare a cambiamenti climatici improvvisi che rendono più sensibili le nostre difese immunitarie. Incide anche la graduale assenza di luce, che interferisce negativamente anche con il nostro umore. Dunque, per affrontare al meglio questa stagione è importante curare la propria salute a partire dall’alimentazione fin dalla prima colazione, che è il pasto di avvio del sistema metabolico dopo il digiuno notturno. A seconda delle esigenze e dei gusti, la colazione potrà essere salata o dolce. La colazione “salata”(inteso come “non dolce”, ma non certo ricca di sale) un po’ più ricca in proteine – che andranno calibrate con quelle della giornata – mantiene lo slancio ormonale metabolico del mattino, favorisce la concentrazione e l’attività. Una fonte di proteine non può mancare nell’arco della giornata, anche perché gli aminoacidi che la costituiscono sono indispensabili per la formazione del triptofano, precursore della serotonina, l’ormone del buonumore e delle cellule del sistema immunitario. La colazione “dolce”, tipica italiana, è molto gradita, ma va adeguatamente bilanciata per evitare l’eccesso di zuccheri”, dichiara Annamaria Acquaviva.

Per gli amanti della colazione dolce o per chi preferisce iniziare la giornata con un menù “salato”, la prima colazione trova un valido alleato nelle Prugne della California grazie alla loro versatilità e alle notevoli proprietà nutrizionali. “Le prugne della California sono ideali per cominciare la giornata, grazie alla natura dei loro glucidi e della fibra, che rilasciano un’energia facilmente di disponibile e di graduale assimilazione” spiega Annamaria Acquaviva. 

Eccellenti fonti di fibra, naturalmente prive di grassi e di zuccheri aggiunti e con vitamina K, B6, potassio, rame e manganese, le Prugne della California sono un ingrediente funzionale al benessere quotidiano non solo a colazione, ma anche a pranzo o come snack durante la giornata. La qualità premium delle Prugne della California è garantita dal suolo fertile e dal clima favorevole della California, dall'expertise degli agricoltori nella coltivazione e dalle tecniche di raccolta ed essiccazione all'avanguardia.
 

AVOCADO TOAST CON UOVA STRAPAZZATE ALLE PRUGNE DELLA CALIFORNIA

Per chi preferisce iniziare le prime fredde giornate d’autunno con una colazione salata, le uova sono sempre un’ottima scelta per fare il pieno di energie. Tuttavia per un pasto completo senza il rischio di appesantirsi già dal mattino è importante accompagnarle con gli alimenti adeguati. In questa ricetta delle semplici uova strapazzate diventano speciali e ancora più nutrienti grazie all’aggiunta delle Prugne della California. Servite con del pane tostato e delle fettine di avocado saranno una colazione autunnale sana, ma anche saporita.  Per un tocco di gusto in più è possibile aggiungere una spolverata di erba cipollina tritata, per iniziare la giornata con una marcia in più!

In questa ricetta per la colazione d’autunno le proteine nobili delle uova sono accompagnate dall’avocado, che è un frutto energetico, grazie alla presenza dei grassi monoinsaturi (MUFA) – acidi oleico e palmitoleico – e acidi grassi polinsaturi omega-6 (PUFA), come l’acido linoleico. Questi acidi grassi sono alleati della nostra salute cardiovascolare. Contribuiscono infatti al mantenimento di regolare funzione cardiaca, pressione sanguigna e livelli di trigliceridi nel sangue. L’avocado è inoltre un’eccellente fonte di fibre alimentari e apporta un ridotto contenuto di zuccheri. Le stesse Prugne della California, per le caratteristiche già citate, hanno inoltre un indice glicemico basso (29)” commenta Annamaria Acquaviva.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

8 Prugne della California

4 fette di pane integrale

2 avocado

4 uova

un filo d’olio

un pizzico di sale 

4 bicchieri di succo d’arancia per servire 

PROCEDIMENTO:
Sbucciate e tagliate l’avocado a fettine sottile e tenete da parte. Sbattete le uova in una terrina e regolate di sale. A parte tagliate le Prugne della California a pezzetti e aggiungete al composto. Scaldate una padella con un filo d’olio, versatevi le uova e fate cuocere mescolando intanto con una forchetta. Nel frattempo tostate 4 fette di pane integrale. Quando gli ingredienti saranno tutti pronti componete il toast: disponete le fette di avocado sopra il pane e poi distribuite le uova strapazzate. Servite subito accompagnando con un bicchiere di succo d’arancia.

 

PANCAKE CON SALSA ALLE PRUGNE DELLA CALIFORNIA 

Il pancake è la classica colazione all’americana che ha oltrepassato i confini per conquistare anche i palati europei. Tradizionalmente è accompagnato con lo sciroppo d’acero, ma spesso viene servito con marmellata o con creme di cioccolato. Per una versione sana e con pochissimi zuccheri una salsa a base di Prugne della California è una scelta che soddisferà comunque i più golosi. Prepararla è davvero facile e, se graditi, una scorzetta di limone o un pizzico di cannella renderanno la salsa ancora più profumata per un risveglio d’autunno davvero speciale.

“Questa colazione è ben bilanciata nei nutrienti. Infatti la dolcezza è regalata dalle Prugne della California, il cui zucchero principalmente presente è il sorbitolo, che quasi non viene assimilato dall’organismo. Esso, poiché viene degradato senza l’intervento dell’insulina, è spesso usato nei prodotti industriali (anche per diabetici) come dolcificante al posto del saccarosio. La fonte proteica è costituita dall’uovo, che apporta proteine di elevato valore biologico, contengono cioè tutti gli amminoacidi essenziali. Le proteine sono fondamentali e hanno funzione plastica, perché servono da “mattoni” per la costruzione dei tessuti, primi tra tutti i muscoli, e hanno funzione regolatrice, in quanto precursori di ormoni e molecole di importanza biologica, nonché funzione energetica. Il burro, ormai rivalutato dalla letteratura scientifica recente, apporta acido butirrico (acido grasso saturo a corta catena), utile per l’intestino in quanto principale fonte di energia delle cellule della membrana intestinale, stimola il ricambio e la maturazione delle cellule e favorisce l’integrità e la riparazione della mucosa” spiega Annamaria Acquaviva

INGREDIENTI per 4 persone

10 Prugne della California
200 ml di latte
130 g di farina
30 g di burro più una noce per la padella
un uovo
un cucchiaio di zucchero
un cucchiaino di lievito
un pizzico di bicarbonato
un pizzico di sale 
4 bicchieri di succo di mela per servire 

PROCEDIMENTO
Fate sciogliere il burro e lasciate che si intiepidisca. Intanto setacciate la farina, il lievito e il bicarbonato. Unitevi l’uovo, lo zucchero, il sale, il latte e il burro fuso e mescolate con una frusta fino a ottenere un composto liscio e omogeneo. Coprite e lasciate riposare l’impasto per un’ora a temperatura ambiente.

Preparate intanto la salsa alle Prugne della California: tagliate le prugne a pezzetti e mettetele in un pentolino. Coprite con acqua e mettete sul fuoco. Fate cuocere a fuoco dolce fino a quando la frutta si sarà disfatta e avrete ottenuto una crema.

Trascorso il tempo di riposo scaldate una padella antiaderente e ungetela con poco burro. Quando sarà ben calda versate un mestolino di impasto e fate cuocere fino a quando cominciano a formarsi delle bolle in superficie. A questo punto, girate il pancake e fatelo dorare dall’altro lato. Continuate a cuocere un pancake dopo l’altro fino a esaurire la pastella. Impilate i pancake su un piatto per mantenerli caldi. In un'ampia padella potrete cuocerne anche 4 per volta distanziandoli di 3 cm l'uno dall'altro.

Servite i pancake cospargendoli con la salsa alle Prugne della California e accompagnate con il succo di mela per una colazione autunnale golosa, ma perfettamente bilanciata.

 

RISOLATTE CON PRUGNE DELLA CALIFORNIA E PERE 

Il risolatte è una colazione un po’ demodé che merita di ritornare in voga non solo per la sua bontà, ma anche perché si tratta di una ricetta perfetta per iniziare la giornata specialmente nelle fredde giornate d’autunno. È sufficiente arricchirla con una buona dose di frutta per avere una colazione equilibrata e completa.  Inoltre, con la sua consistenza cremosa, il risolatte regalerà una delicata coccola per un dolce risveglio autunnale. Per un tocco goloso è possibile arricchire il risolatte con della scorzetta di limone, cannella, cacao in polvere, scaglie di cioccolato o frutta secca.

Questa ricetta è a base di riso, ricco di amidi - che ci regalano energia - e privo di glutine. Il risolatte è altamente digeribile e adatto anche a celiaci e a coloro che non possono introdurre glutine nella propria alimentazione. Qualora per ulteriori intolleranze si sostituisca il latte vaccino con una bevanda vegetale (es di mandorle, di cocco, ecc.) è necessario completare la colazione con una porzione proteica, per un effetto saziante e un impatto glicemico controllato”, spiega Annamaria Acquaviva.

 INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

12 Prugne della California

2 pere

200 g di riso carnaroli o vialone nano

1 l di latte

2 cucchiai di miele

un pizzico di sale 

PROCEDIMENTO
Scaldate il latte in una pentola alta fino a portarlo quasi al bollore. Nel frattempo mondate le pere e tagliatele a fettine. Quando il latte sarà caldo aggiungete il riso, il pizzico di sale e fate cuocere a fuoco dolce mescolando di tanto in tanto. Portate il riso a cottura aggiungendo altro latte caldo se nel frattempo dovesse asciugarsi troppo. Quando il riso sarà cotto e avrà una consistenza cremosa aggiungete il miele e amalgamate. Dividete il risolatte in quattro ciotole e completate con le fettine di pera e 3 Prugne della California per ognuno. Servite subito.



Tataki di tonno in salsa ponzu alle Prugne della California

Lo chef giapponese Hirohiko Shoda propone una ricetta della tradizione giapponese che si contraddistingue per la sua originalità: tataki di tonno in salsa ponzu alle Prugne della California. Il tataki è una particolare specialità culinaria giapponese che sorprende per il suo sapore naturale ed intenso. Preparare questo piatto della tradizione giapponese non è affatto difficile e cucinarlo è una vera e propria esperienza multisensoriale. Lo Chef Hirohiko Shoda, infatti, afferma:

“Il tataki di tonno è un tipico piatto della tradizione giapponese, il termine tataki significa scottatura. Solitamente il tataki viene accompagnato dalla salsa ponzu, una salsa a base di agrumi e salsa di soia. Nella mia ricetta ho pensato di inserire le Prugne della California alla salsa ponzu, così da equilibrare l’acidità dell’agrume e donare un tocco di dolcezza e profondità. La prugna è un prodotto molto popolare ed utilizzato anche nella cucina giapponese, si chiama umeboshi e solitamente viene conservata sottosale. Le Prugne della California sono un prodotto naturale che può sposare perfettamente la cucina giapponese, che notoriamente è molto attenta alla qualità e alla valorizzazione della naturalità degli ingredienti. In particolare, l’utilizzo delle Prugne della California marinata nella salsa ponzu, la sua consistenza carnosa e il particolare aroma, ha per me anche una valenza emotiva, un forte richiamo alla memoria, al gusto e ai sapori della mia infanzia e della mia famiglia”.

Estremamente versatili in cucina, le Prugne della California e i suoi derivati si integrano perfettamente con preparazioni salate e dolci con una qualità senza rivali. Naturali e nutritive, possono essere un valido supporto per soddisfare i desideri del consumatore che predilige un cibo sano, delizioso e sostenibile. La qualità premium delle Prugne della California è garantita dal suolo fertile e dal clima favorevole della California, dall'expertise degli agricoltori nella coltivazione e dalle tecniche di raccolta ed essiccazione all'avanguardia.

LA RICETTA DI CHEF HIROHIKO SHODA
Tataki di tonno in salsa ponzu alle Prugne della California

Ingredienti per 2 persone

Per il tataki di tonno 
160g di tonno fresco
20g di semi di sesamo bianco 
qb olio extravergine d'oliva
qb sale

Per la salsa ponzu alle Prugne della California
 
20g di succo di limone
20g di salsa di soia
4 Prugne della California  
2g di katsuobushi (fiocchi di tonnetto essiccati)
1g di alga kombu

Per il ken (insalata di verdura croccante)
20g di daikon (rapa bianca lunga)
20g di cetriolo
20g di carota
qb acqua naturale

Per la finitura
10g di uova di salmone
2 foglie di shiso (basilico giapponese)

Preparazione:

Per il tataki di tonno 
Pulire il tonno fresco, tagliare a fette, condire con il sale.
Impanare le fette di tonno con i semi di sesamo bianco.
In una padella con un filo di olio extravergine d'oliva, scottare per pochi istanti le fette di tonno. 

Per la salsa ponzu alle Prugne della California
In una bacinella, aggiungere e lasciar marinare tutti gli ingredienti per circa 12 ore.
Filtrare la salsa con uno chinois rivestito di garza.
Tenere da parte le Prugne della California marinate.

Per il ken (insalata di verdura croccante)
Sbucciare e tagliare il daikon, il cetriolo e la carota a julienne finemente.
Lasciare riposare le verdure in acqua naturale fredda per qualche minuto affinché diventino croccanti. 
Eliminare l'acqua in eccesso.

Per la finitura

In un piatto da portata, adagiare il ken, poi il tataki di tonno. 
Versare la salsa ponzu alle Prugne della California.
Aggiungere le uova di salmone sul tataki.
Accompagnare con foglie di shiso e le Prugne della California marinate.


IL BIANCOMANGIARE CON SALSA ALLE PRUGNE DELLA CALIFORNIA: L’ORIGINALE DOLCE DI SAN VALENTINO PER SORPRENDERE IL PALATO

San Valentino si avvicina inesorabile come ogni anno. “Odiato” o desiderato che sia, pare essere comunque un momento opportuno per mettere alla prova le proprie capacità culinarie e per sorprendere con un dolce pensiero. E se il tempo è poco, visto i mille preparativi per quella che deve essere una serata speciale all'insegna dell’amore, la ricetta del biancomangiare con le Prugne della California della food blogger Teresa Balzano è quello che serve: si prepara in pochi minuti, si mette in frigo e si attende il momento di servire. Si tratta di un dolce dai sapori delicati, di un dessert leggero, ma in grado di dare un tocco alla serata con note speziate!
Non bisogna poi dimenticarsi di dettagli rosso e cuoricini perché si sa anche l’attenzione ai particolari contribuisce a creare un’atmosfera calda in grado di far innamorare di ogni portata. 
Durante le occasioni speciali non è necessario rinunciare al gusto soprattutto quando si tratta del dessert: basta puntare su un’alimentazione sana e di qualità scegliendo ingredienti con caratteristiche nutrizionali adeguate. Le Prugne secche della California, infatti, ad esempio rappresentano una naturale alternativa agli zuccheri poiché prive di grassi e il perfetto elemento per presentare al meglio il dolce di San Valentino.

IL BIANCOMANGIARE CON SALSA ALLE PRUGNE DELLA CALIFORNIA
Ingredienti per 4 persone: 
- 500 ml di latte di mandorle
- 100 g di zucchero
- 50 g di amido di mais
- scorza di un limone 

Per la salsa
- 4 prugne secche della California
- 2 cucchiai di zucchero
- la punta di un cucchiaino di cannella

Mandorle a lamelle per completare

Preparazione
Versare in una pentola il latte lasciandone un bicchiere da parte. Aggiungere lo zucchero e 2-3 scorzette di limone evitando di prendere la parte bianca. Mettere su fuoco basso e intanto fare sciogliere l’amido di mais nel latte tenuto da parte. Versare il tutto nel latte caldo e iniziare a mescolare con una frusta senza fermarsi. Quando la crema si sarà addensata togliere dal fuoco e versare in uno stampo grande oppure in 4 monoporzione. Livellare, lasciare raffreddare e poi mettere in frigorifero per 3-4 ore. Quando sarà completamente rappreso il biancomangiare è pronto per essere servito. 
Durante il riposo in frigorifero si può procedere con la preparazione della salsa di accompagnamento. Versare le prugne, lo zucchero e la cannella in un pentolino, coprire d’acqua e mettere su fuoco basso. Dopo qualche minuto iniziare a rompere le prugne con un cucchiaio pian piano queste inizieranno a disfarsi. Per rendere tutto più cremoso in alternativa si può utilizzare anche uno schiacciapatate a pressione oppure un frullatore a immersione. Continuare la cottura finché la salsa diventa cremosa e fluida. Se si addensa troppo durante la cottura unire altra acqua per regolare.  
Quando il biancomangiare è pronto è da capovolgere su un piatto e da guarnire con 2-3 cucchiai della salsa di accompagnamento. Per finire, fare tostare le mandorle rapidamente in una padella e decorare il dessert. 


LE RICETTE DI PRIMAVERA CON LA PRUGNA CALIFORNIANA


Tre ricette detox di Eva Golia in esclusiva per il Consorzio della Prugna Californiana. Con l'arrivo della primavera nasce il desiderio di rigenerarsi e rimettersi in forma. Movimento quotidiano, due litri di acqua al giorno, frutta e verdura di stagione e carboidrati integrali sono un valido aiuto. Ma con la prugna della California la pancia piatta è garantita. E allora ecco tre ricette dello chef Eva Golia sfiziose e veloci.

Eva Golia: trascorsi e collaborazioni con diversi chef famosi, fondatrice di uno dei catering più famosi di Milano, attualmente si diletta con impegno come docente presso la Scuola di Cucina di Sale & Pepe.

FAGOTTINI DI PASTA PHILLO CON FORMAGGIO DELICATO E SALSA ALLE PRUGNE DELLA CALIFORNIA (30 min)
INGREDIENTI
1 confezione di pasta phillo
160 gr di chevre, burro qb
 
Per la salsa
120 gr di Prugne della California
20 gr di burro, 4 cucchiai di Porto
2 cucchiai di aceto di mele, sale, pepe bianco

Preparazione:
Preparazione fagottini: Sciogliete il burro, poi srotolate la pasta phillo, tagliate i fogli in quattro quadrati identici e con un pennello in silicone bagnate l’interno degli stampi da muffin e ogni foglio con il burro fuso; sovrapponete 4 fogli come se fossero dei petali.
Tagliate lo chevre a fettine spesse ca 1 cm, ponetele al centro dei quadrati, aggiustate con il pepe bianco e chiudete bene il composto con il primo foglio di pasta phillo, sovrapponete i successivi arrotolandoli su se stessi come a simulare la corolla di un fiore; sistemate il saccottino all’interno degli stampi da muffin, infornate a 170° per pochi minuti (fate attenzione, la pasta phillo cuoce in un momento).
 
RISO SELVAGGIO CON MANDORLE, PRUGNE DELLA CALIFORNIA E BACCHE DI GOJI (45 min)
INGREDIENTI - Dose per 4 persone:
320 g di riso rosso selvaggio, 1 cuore di sedano, 2 piccoli cipollotti
40 g di bacche di goji, 40 g di Prugne della California, 40 g di mirtilli rossi secchi
40 g di mandorle pelate e tagliate a fettine o tritate al coltello
1/2 limone (il succo), Olio evo, sale, pepe bianco di mulinello 

PREPARAZIONE
Lavate bene il riso sotto l’acqua corrente, cuocetelo in una casseruola con abbondante acqua bollente (salate poco prima dell’ebollizione, fate sciogliere il sale e aggiungete il riso), serviranno ca. 40 minuti.
Nel frattempo sciacquate la frutta secca e lasciatela a bagno, escluse le Prugne della California che poi dovranno essere tagliate a pezzettini.
Mondate e lavate le verdure, del sedano (escluse le fibre più spesse), poi tagliatele a fettine sottili e mettetele a cuocere in una padella larga e bassa con poco olio. A pochi minuti dal termine della cottura aggiungete la frutta secca e il riso.
Preparate una citronette con il succo del limone e il pepe bianco macinato al momento, condite il riso con l’emulsione, per ultimo aggiungete le mandorle e servite tiepido.

MUFFIN CON LAVANDA E PRUGNE (35 min)
INGREDIENTI – Dose per 24 muffin:
270 g di farina, 100 g di burro, 120 g di zucchero, 2 uova
200 g di yogurt intero, 2 cucchiaini di lievito in polvere per dolci
semi di vaniglia, 24 Prugne della California, fiori di lavanda, sale

PREPARAZIONE
Fate ammorbidire il burro a temperatura ambiente e con le fruste elettriche montatelo insieme allo zucchero. Unite le uova, i semi della vaniglia e un pizzico di sale. Mescolate bene, quindi unite 250 g di farina setacciata con il lievito, alternando con le cucchiaiate di yogurt.
Lavate e asciugate le Prugne della California, tagliate il frutto a piccoli pezzetti e aggiungeteli al composto insieme ai fiori di lavanda (ad uso alimentare, si acquistano nelle erboristerie), facendo attenzione a misurarli, contengono un olio essenziale dal profumo molto forte.
Suddivididete il composto negli stampi imburrati e infarinati, oppure in cui avete inserito i pirottini di carta, riempiteli non più di 2/3. Infornate a 180° per circa 25 minuti. Lasciate raffreddare i dolcetti, poi sformateli, spolverizzateli con lo zucchero a velo e decorateli con fiori di lavanda.
Per la decorazione: zucchero a velo.


SPECIALE “MENU’ DI NATALE” CON LE PRUGNE DELLA CALIFORNIA


Lo Chef Eva Golia, dopo anni trascorsi ai fornelli della trasmissione televisiva “La Prova del Cuoco”, propone in collaborazione con il Consorzio delle Prugne della California, uno speciale MENU’ DI NATALE nel rispetto della tradizione culinaria italiana, reso innovativo grazie a un ingrediente d’eccezione: la prugna secca californiana. Un superfood che oltre a essere delizioso, salutare, poco calorico e ricco di preziosi nutrienti, bene si adatta ai piatti realizzati dallo Chef, per un Natale all’insegna della tradizione, del gusto e della salute!

MENU’ DI NATALE

ANTIPASTO: ASSIETTE CON CROSTINI AGRODOLCI CON PRUGNE GLASSATE E PROSCIUTTO AL COLTELLO

Ingredienti:
Prugne denocciolate
, 1 bicchiere di Cognac, 100 g prosciutto crudo, 60 g pinoli
, 50 g burro
, 80 g zucchero
, 2 cucchiai aceto di mele.

Fate ammorbidire le prugne per 20 minuti nel Cognac; intanto tagliate 100 g di prosciutto crudo a listarelle. Rosolate i pinoli con il burro e lo zucchero fino a caramellarli, bagnate con l’aceto di mele, aggiungete le prugne sgocciolate e tagliate a listarelle e un cucchiaio di farina setacciata.
Fate addensare leggermente, poi unite il prosciutto e pepate.
Ricavate 18 crostini rotondi da 9 fette di pancarré e dorateli in padella con poco burro sui due lati.
Posateli ad asciugare sulla carta assorbente, spalmateli con il composto e serviteli tiepidi.


SPIEDINI CROCCANTI DI PRUGNE MARINATE NEL TE’ CON RIPIENO DI FORMAGGIO AFFUMICATO
Ingredienti: 1 Arancia, 8 fette di bacon
, 50 g provolone piccante
, 8 prugne secche denocciolate
, 1 cucchiaino Tè in tazza
, foglie di rucola e ciuffi di valeriana.

Tagliate il provolone in 8 dadini regolari, grattugiate la scorza di mezza arancia e mescolatela al formaggio in una ciotolina.

Preparate un tè abbastanza forte con 2 dl di acqua, fatelo intiepidire e tuffatevi le prugne; lasciatele marinare per 30 minuti, poi scolatele, asciugatele con la carta assorbente da cucina e farcite ognuna con un cubetto di formaggio.  
Avvolgete le prugne ripiene con la pancetta, fissatele con lunghi spiedini di legno e passatele nel forno caldo a 220° per 5-6 minuti o finché la pancetta diventa croccante. Lasciate intiepidire e servite su un fondo di rucola e di valeriana.


TAPAS DI PRUGNE E SPECK
Ingredienti: 20 prugne secche e grosse denocciolate, 20 Mandorle
, 20 Fette crudo.

Farcisci 20 grosse prugne secche con 20 mandorle, avvolgile con fettine di speck e fissale con stecchini


PRIMO PIATTO
: LASAGNETTE APERTE DI CASTAGNE CON RAGU’ SPEZIATO E PRUGNE

Per la pasta: 200 g di farina 00, 
50 g di farina di castagne, 50 g di farina di semola, 3 uova
, olio di oliva e 
sale q.b.
Per il ripieno e per condire: 120 g di salsiccia
, 120 g di polpa di maiale
, 50 g di castagne lessate
, 40 g di polpa di mele
, 50 g di prugne secche snocciolate
, grana
erbe aromatiche (rosmarino, salvia e alloro, legati insieme), un pizzico di cannella e noce moscata
, brodo, burro, sale e pepe q.b.
 
Preparate la pasta: versate le farine a fontana sulla spianatoia, sgusciate al centro le uova e aggiungete un cucchiaio di olio e un pizzico di sale. Impastate il tutto fino a ottenere una pasta liscia. Formate una palla, avvolgetela in un foglio di pellicola e fatela riposare per un'ora a temperatura ambiente.

Preparate il ripieno: fate rosolare la carne di maiale tagliata a pezzi e la salsiccia spellata e sbriciolata con una noce di burro. Unite quindi la polpa di mele, le prugne e le castagne. Regolate di sale e pepe, profumate con la cannella e la noce moscata. Bagnate con mezzo bicchiere di brodo, proseguite la cottura per circa 15-20 minuti.

Stendete la pasta sottile con il matterello o con l'apposita macchina e ricavate dei quadrati di 10 cm di lato. Disponeteli man mano su vassoi ricoperti di carta da forno e farina di semola, in modo che non si attacchino. Lessateli al dente in abbondante acqua salata a bollore leggero, sgocciolateli e impattate appoggiando un quadrato nel piatto nel quale metterete un cucchiaio di composto, coprite con un altro quadrato e conditeli con burro fuso e aromatizzato con il mazzetto di erbe.
Spolverizzate con formaggio grana, gratinate al forno e servite.


SECONDO PIATTO:  ARROSTO DI MAIALE ALLE PRUGNE

Ingredienti: lonza di maiale 1kg
, prugne secche 12 denocciolate, tè caldo 1 tazza, 100g di pancetta o meglio del bacon, cipolla 1
, alloro 2 foglie, 
timo 1 rametto, zenzero in polvere 1/2 cucchiaino, zucchero di canna 1 cucchiaino, brandy 1/2 bicchiere, 
farina 1 cucchiaino, mele renette 4, Succo di un limone, zucchero 1 cucchiaio, burro 1 noce
, olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

Preriscaldate il forno a 200°; Lavate velocemente le prugne, fatele ammorbidire in una ciotolina con il tè per 10 minuti, quindi scolatele e strizzatele.
Incidete lateralmente il pezzo di lonza e aprite a libro il pezzo di carne, rivestite con il bacon e inserite in modo ordinato le prugne. Legate la carne con spago da cucina per racchiudere bene la farcitura.

Massaggiate con sale e pepe, zucchero di canna e lo zenzero in polvere e sistematela con pochi cucchiai d'olio in una pirofila e mettete in forno già caldo il tempo necessario a fare sigillare il pezzo in ogni sua parte, per 50 minuti (sarà pronto quando al cuore la temperatura sarà di 71°). Quindi, togliete la carne, avvolgetela in un doppio strato d'alluminio e tenetela in caldo. Incorporate la farina al fondo di cottura e fatelo addensare per un paio di minuti, mescolando.

Sbucciate le mele, tagliatele a spicchi, bagnatele con il succo del limone rimasto, mettetele in una padella antiaderente con il burro, cospargetele con lo zucchero e cuocetele a fuoco medio per circa 10 minuti, in modo che si dorino uniformemente, ma restino ben sode.
Private l'arrosto dello spago, tagliatelo a fette, sistematele nei piatti, irroratele con il loro fondo di cotture e distribuitevi sopra le mele.


DOLCI: CLAFOUTIS CON PRUGNE E ANICE STELLATO

Ingredienti: 400g di prugne denocciolate, Cognac qb per ricoprire le prugne, 120g di farina, 3 uova, 50 g di burro + una noce per la tortiera, 80g di zucchero, 3,5 dl di latte, Anice stellato qb, zucchero a velo vanigliato e sale qb.
 
Accendete il forno a 180°. Imburrate una tortiera di ceramica da 27 cm circa di diametro. Ammorbidite le prugne nel cognac per 20 min poi sgocciolatele, tagliatele a metà e disponetele sul fondo della tortiera.
Fate fondere il burro in una casseruola. Mescolate la farina con lo zucchero e una presa di sale; unite un uovo intero e, quando è ben amalgamato, aggiungete i 2 tuorli, tenendo da parte gli albumi, il burro fuso, il latte, ad ultimo un pizzico di anice stellato.

Mescolate bene. Montate a neve i 2 albumi tenuti da parte e incorporateli al composto. Quando la pastella è omogenea versatela sulle prugne.
Infornate il clafoutis per 15 minuti a 180°poi abbassate il forno a 150°e proseguite la cottura per altri 20 minuti, fino a che la superficie del dolce sarà gonfia e dorata.
Spolverizzate di zucchero a velo vanigliato e servite il clafoutis tiepido o freddo, porzionandolo con un grosso cucchiaio.

 
 

 

Registrazione newsletter

Iscriviti per ricevere la nostra newsletter