Andar per mare

Record di turisti stranieri innamorati dei gozzi di Cantiere Mimì 

I gozzi firmati Mimì sono sempre più apprezzati dai turisti stranieri in vacanza in Italia, americani in primis. Le richieste delle società di charter hanno raggiunto un boom senza precedenti con un aumento del 50% rispetto alla scorsa stagione. Le mete più gettonate sono la Campania e le Cinque Terre liguri, tra le zone più affascinanti e famose del mondo, e le nazioni di provenienza sono sempre più varie.

 

“Da un paio d’anni stiamo assistendo a un aumento di richieste di acquisto da parte delle società di charter e quest’anno c’è stato un vero e proprio boom: le società che propongono il noleggio dei nostri modelli sono aumentate del 50% rispetto alla scorsa estate e continuiamo a ricevere nuove richieste”, commenta Domenico Senese. 

Il ceo del brand campano fondato nel 1975 aggiunge: “Per noi per altro si tratta di un’occasione importante non solo in termini di vendite e visibilità ma anche per l’enorme monte ore di navigazione accumulato dalle barche noleggiate, di gran lunga superiore a quello delle barche di proprietà, che ci permette di testarne pregi e difetti molto più rapidamente e proseguire nel miglioramento dei dettagli e della componentistica di tutta la gamma. Le richieste di customizzazione delle agenzie di charter sono poi un continuo stimolo per nuove riflessioni e progetti.

Oltre all’aumento di richieste abbiamo assistito anche a una grande estensione dell’area esplorata dai nostri gozzi: fino a qualche anno fa la zona più gettonata in Campania era la penisola sorrentina, mentre oggi i turisti navigano nelle acque da Napoli fino a Salerno”. In quest’area i gozzi maggiormente richiesti sono quelli della linea Walkaround, in particolare Libeccio 8.5, 9.5 e 11

La seconda regione interessata da questo boom è la Liguria, con il parco nazionale delle Cinque Terre, conosciuto in tutto il mondo per l’unione tra borghi unici e natura incantata. Qui modelli più richiesti sono Libeccio 7.5 e 8.5 con cui è più facile raggiungere le bellissime baie delle coste frastagliate della zona. 

L’ultima novità di questo trend, infine, riguarda la tipologia di armatori, ormai da anni eterogenei a livello di età – con un decisivo aumento dei giovani e un’importante presenza di famiglie – e oggi ancora più varia come provenienza geografica. I turisti che hanno organizzato le vacanze in Italia infatti non sono più solo o soprattutto europei: la fetta più numerosa questa estate è rappresentata dagli statunitensi, innamorati del Made in Italy in tutti i suoi aspetti, compreso il fascino di un brand a gestione familiare che ha unito tradizione e modernità.

 

Registrazione newsletter

Iscriviti per ricevere la nostra newsletter