Street food

A Villa a Sesta torna “Dit’unto®”, il festival del mangiar con le mani

Le eccellenze dello street food toscano e italiano si danno appuntamento a “Dit’unto®”, il festival del mangiar con le mani in programma domenica 9 ottobre dalle ore 11 alle 20 a Villa a Sesta, piccolo borgo nel comune di Castelnuovo Berardenga immerso nel Chianti senese. L’evento, giunto alla sua ottava edizione, torna dopo due anni di stop forzato a causa della pandemia con una proposta enogastronomica ricca e variegata affiancata da musica itinerante, artisti di strada e animazione per tutte le età. 

L’evento è organizzato dall’Associazione Dit’Unto, con il patrocinio del Comune di Castelnuovo Berardenga, e durante la giornata sarà possibile assaggiare proposte di street food in arrivo da tutta Italia, fra cui lampredotto, porchetta, arrosticini, piadina e tanti altri nuovi sapori, accanto a numerose degustazioni d’autore firmate da 10 Chef stellati Michelin: Mariano Guardianelli (Abocar); Gaetano Trovato (Arnolfo), Antonello Sardi (Il Virtuoso Gourmet), Helene Stoquelet e Nadia Mongiat (La Bottega del 30), Filippo Saporito (La Leggenda dei Frati), Marco Lagrimino (L’Acciuga), Senio Venturi (L’Asinello), Iside De Cesare (La Parolina), Giuseppe Gasperoni (Osteria del Povero Diavolo), Juan Camilo Quintero (Poggio Rosso-San Felice). Quest’anno si unirà per la prima volta anche la Basilicata, con una selezione di vini locali. 

Proseguendo nell’impegno ambientale che da sempre caratterizza l’evento, anche quest’anno “Dit’unto®” sarà “libero dalla plastica”, con degustazioni servite in contenitori di materiale compostabile e l’abolizione delle bottigliette di acqua, che sarà possibile attingere dai numerosi fontanelli presenti nell’area della festa utilizzando i bicchieri compostabili distribuiti gratuitamente dai bambini di Villa a Sesta. I visitatori potranno gustare le degustazioni negli spazi pic-nic con tavoli e sedie a loro disposizione e nelle aree verdi circostanti, di fronte ai panorami mozzafiato del Chianti circostante. 

Durante la giornata, inoltre, il borgo sarà animato da artisti di strada, giochi e divertimento per bambini e dalla musica di tre gruppi musicali: gli “art. 659”, band locale; la band itinerante “Large street band” e i coinvolgenti “Skanderground”, in arrivo dalla Puglia con un repertorio tutto italiano. 
Gli amanti delle passeggiate potranno partecipare a un’escursione tra vigne e boschi circostanti organizzata dal Gruppo Escursionisti Berardenga (per informazioni info.gebsiena@gmail.com), mentre gli appassionati delle due ruote potranno noleggiare, per tutta la giornata, delle e-bike presso lo stand della Chianti Bycilcles (per informazioni chiantibicycles@gmail.com). 

Nel 2019, ultima edizione pre Covid, “Dit’unto®” ha registrato circa 10mila presenze nell’arco della giornata, la vendita di circa 42mila degustazioni in 47 stand gastronomici e un’organizzazione capillare grazie a 90 volontari impegnati nella logistica e nel servizio presso gli stand. Numeri significativi se rapportati al piccolo borgo di Villa a Sesta, che conta meno di 50 abitanti e che si prepara ad accogliere il nuovo appuntamento con l’evento per valorizzare la bellezza del borgo e lo spirito di accoglienza della sua comunità.

Info. Le degustazioni potranno essere acquistate all’ingresso del borgo in diverse combinazioni unendo cibo e vino. Per raggiungere Villa a Sesta senza auto e godersi la festa dedicata allo street food, è disponibile un servizio navetta con partenza da San Gusmè e dal parcheggio presente nei pressi del borgo. Per maggiori informazioni, è possibile seguire la pagina Facebook Dit’unto – Villa a Sesta e il profilo Instagram Dit'unto-Villa a Sesta (@dit_unto_vas). 

 

Registrazione newsletter

Iscriviti per ricevere la nostra newsletter