Spoleto

AL FESTIVAL DEI DUE MONDI DI SPOLETO IL CONCERTO DELLA YOUNG TALENTS ORCHESTRA EY

 A SOSTEGNO DEI RAGAZZI DEL SERAFICO

 

L’11 luglio alle ore 20:00, nell’ambito della 62a edizione del Festival dei Due Mondi di Spoleto, la Young Talents Orchestra EY si esibirà a sostegno dell’Istituto Serafico di Assisi. Il ricavato della serata servirà a sostenere il progetto di ampliamento del poliambulatorio specialistico per garantire cure clinico-terapeutico-riabilitative ai suoi piccoli ospiti e fornire supporto alle loro famiglie.

 

Si esibirà al Teatro Romano di Spoleto, l’11 luglio alle ore 20:00, la Young Talents Orchestra EY – orchestra sinfonica composta da 50 giovani talenti di età compresa tra i 17 ai 28 anni, nata su iniziativa di EY e diretta dal Maestro Carlo Rizzari - il cui ricavato della serata permetterà alla Fondazione EY Italia Onlus di sostenere l’Istituto Serafico di Assisi nell’importante progetto di ampliamento del poliambulatorio specialistico per garantire cure clinico-terapeutico-riabilitative ai suoi piccoli ospiti e fornire supporto anche alle loro famiglie. 

La musica è inclusione e come un arcobaleno contiene in sé tutte le tonalità possibili ed immaginabili, perché appartiene da sempre a tutti, senza distinzione o discriminazione. Ha il potere di unire generazioni, storie e culture diverse, con il solo obiettivo di comunicare emozioni. Da questa consapevolezza è nata un’iniziativa straordinaria che, grazie alla Fondazione EY Italia Onlus, coinvolge l’Istituto Serafico di Assisi ed i suoi piccoli ospiti all’interno di una delle più importanti manifestazioni internazionali dedicate all’arte: il Festival dei Due Mondi di Spoleto. 

Giunto ormai alla sua 62a edizione, il Festival dei Due Mondi di Spoleto si conferma a livello internazionale come luogo storico d’incontro tra culture e arti sceniche diverse, dove ogni anno si danno appuntamento i più grandi artisti provenienti da tutto il modo. All’interno di questa cornice d’eccezione, il concerto della Young Talents Orchestra EY - unico evento di raccolta fondi inserito nell’ambito del Festival - rappresenta un’incredibile opportunità per l’Istituto Serafico, che esprime con gioia la propria gratitudine verso l’impegno della Fondazione EY dedicato ai più fragili, estendendo i ringraziamenti anche a Fondazione Valter Baldaccini, Fondazione Brunello e Federica Cucinelli, Fondazione Carla Fendi, Fondazione Luca&Katia Tomassini, Fondazione Ricci Onlus e a tutte le altre aziende che stanno aderendo all’iniziativa. 

«Ringraziamo di cuore EY e la Fondazione EY Italia Onlus -  insieme a tutte le altre Fondazioni e aziende che hanno scelto di aderire a questa splendida iniziativa - per l’impegno nella promozione della vita, nella consapevolezza espressa attraverso questa iniziativa che lo sviluppo di una società non è possibile senza l’attenzione e la cura delle persone più fragili. Trovo straordinario che si possa realizzare un progetto finalizzato alla cura di bambini e ragazzi con disabilità attraverso l’impegno e i talenti di altri giovani, quelli della Young Talents Orchestra EY», dichiara Francesca Di Maolo, Presidente dell’Istituto Serafico di Assisi.

«Per i nostri ragazzi la musica è una componente necessaria alla vita come l’aria che respiriamo. E’ una via importante per esprimere emozioni e per attraversare la bellezza del mondo soprattutto per chi non ha occhi per vedere, è la voce dell’anima di chi non ha parole, è vibrazione della vita per chi non può udire ed è il volo verso i confini del mondo per chi non ha gambe per camminare. Questo concerto offerto per la realizzazione di un progetto per i ragazzi con disabilità e all’interno del prestigioso Festival dei Due Mondi, ci consente di veicolare messaggi universali. La musica non ha barriere, ha un linguaggio universale ed esprime sempre la bellezza della vita. Questo è il mondo che sogniamo: un luogo in cui tutti possono vivere e partecipare. Siamo grati a quanti si impegnano in questa direzione», conclude la Presidente Di Maolo. 

Un modello virtuoso, quello della Fondazione EY Italia Onlus, volto a dimostrare che solidarietà significa anche sapersi unire nel supporto degli altri. Visione condivisa sin dalla sua fondazione anche dall’Istituto Serafico, che da quasi 150 anni si prende cura di bambini e ragazzi con disabilità plurime con l’obiettivo di garantire loro una vita pienamente autentica. 

«Oggi più che mai le grandi imprese devono contribuire alla sostenibilità e all’impegno sociale del nostro Paese», dichiara Donato Iacovone, AD di EY in Italia e Managing Partner dell’area Mediterranea. «Dal 2012 EY insieme alla Fondazione EY Italia Onlus e alla sua Young Talents Orchestra EY supporta progetti e organizzazioni che aiutano bambini e giovani in condizioni di disagio a formarsi e a valorizzare le loro competenze. Grazie al concerto dell’11 luglio, i nostri giovani talenti musicali sostengono l’Istituto Serafico e i loro piccoli ospiti, dando concretezza al futuro che sognano e proseguendo il circolo virtuoso di EY dei ‘giovani che aiutano i giovani’. Ringrazio anche tutti coloro che insieme alle Fondazioni hanno creduto nel progetto, e sono con noi al fianco dei giovani». 

«La mission della Fondazione EY Italia Onlus è quella di promuovere un cambiamento sostenibile in ambito sociale ed economico. Da questa sfida nasce la Young Talents Orchestra EY, un’orchestra sinfonica di giovani musicisti che, attraverso la loro passione e grazie alle loro esibizioni, danno modo alla Fondazione EY che li supporta, di attuare un percorso di impegno e solidarietà, giovani di talento aiutano altri ragazzi altrettanto talentuosi, ma che necessitano di un aiuto per poter affermare le loro qualità. In questa occasione abbiamo scelto di sostenere l’Istituto Serafico di Assisi, che rappresenta un’eccellenza italiana ed internazionale nella ricerca e nell’innovazione medico scientifica per i ragazzi con disabilità plurime», sottolinea Riccardo Paternò, Presidente della Fondazione EY Italia Onlus. 

L’11 luglio la Young Talents Orchestra EY aprirà il concerto con uno dei principali capolavori del repertorio classico, il Concerto per violino e orchestra in Re Maggiore op. 35 di P. I. Čajkovskij che, tramite la celebre sequenza finale del film di Radu Mihăileanu (Il Concerto appunto), ha saputo affascinare gli spettatori del grande schermo. Dal passato al presente, il programma della serata seguirà il fil rouge delle colonne sonore: la seconda parte sarà dedicata ad alcune delle più celebri pellicole cinematografiche italiane e d’oltreoceano. 

I biglietti del Concerto possono essere acquistati fin da ora sul sito del Festival al prezzo di 33 euro.

Per maggiori informazioni e acquisto biglietti: Concerto Young Talents Orchestra EY
Per il programma completo del Festival consultare il sito: www.festivaldispoleto.com  

 

Registrazione newsletter

Iscriviti per ricevere la nostra newsletter