Lambrusco

I RE DEL LAMBRUSCO SI RIUNISCONO A PALAZZO

Settanta produttori dei migliori Lambruschi d’Italia presenti alla 7° edizione di Lambrusco a Palazzo. Le porte dell’Abbazia Polirone si apriranno per la prima volta anche il lunedì, giornata riservata agli operatori.


Abbazia Polirone di San Benedetto Po 
Apertura al pubblico 13 – 14, apertura solo per operatori 15 aprile 2019

Mantova, Modena, Parma e Reggio Emilia: sono i territori di elezione del Lambrusco, vino conosciuto in tutto il mondo, protagonista della settima edizione di Lambrusco a Palazzo, organizzata dall’ONAV. Saranno 70 aziende e 200 etichette delle migliori produzioni a celebrare un vino considerato ormai universalmente “contemporaneo”.  “Il Lambrusco dona un momento di gioia e piacevolezza a ogni calice e al tempo stesso è un prodotto di grande valore, indissolubilmente legato ai territori in cui si produce. In questi anni c’è stata una vera riscoperta”, afferma il delegato ONAV di Mantova, Matteo Battisti. 
Non a caso, quella di quest’anno sarà la 7° edizione di Lambrusco a Palazzo, momento dedicato alla cultura del vino. Per conoscere tutte le sue sfumature di rosso, la manifestazione offrirà molte attività, dai seminari enologici per gli appassionati a quelli per i bambini, studiati per aiutare i più piccoli a sviluppare meglio i cinque sensi.

Non mancheranno le curiosità, come il tavolo dedicato alla Spergola, varietà autoctona antica, tipica della zona di Scandiano, le cui prime testimonianze scritte risalgono al XV secolo quando fu menzionata da Bianca Cappello, Granduchessa di Toscana. La rassegna enologica unirà la cultura del vino ai tesori dell’arte e dell’architettura nella terra mantovana nella splendida cornice dei chiostri di San Simeone e dei Secolari all’interno dell’Abbazia Polirone. 

Gli approfondimenti 

Presso la Sala del Capitolo all’interno del Chiostro di San Simeone, le quattro delegazioni dell’Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino organizzeranno momenti dedicati al tema “Le terre del Lambrusco”: sabato 13, la degustazione guidata sarà condotta da Marco Simonazzi, Delegato ONAV Reggio Emilia, “Reggio Emilia dall’ancestrale al prossimo futuro”, mentre Giacomo Faelli, Delegato ONAV Parma, sarà il relatore di “Parma con i Maestri tra tecnica e innovazione”. 

Domenica 14 aprile, “Modena e l’indiscussa raffinatezza del Sorbara” sarà condotta da Sergio Scarvaci, Delegato ONAV Emilia Romagna, mentre Matteo Battisti, Delegato ONAV Mantova, ci farà scoprire tutte le sfumature dei Lambruschi della zona con “Mantova tra tradizione e futuro del Grappello Ruberti”. Un vero approfondimento culturale di grande spessore, per esperti e non, che vorranno conoscere le caratteristiche del Vino principe della kermesse in tutta la sua generosità e grandezza. Presente come ogni anno, il Presidente nazionale di ONAV Vito Intini, che consegnerà, domenica alle ore 15.00, i diplomi ai neo Assaggiatori di Vino dell’ultimo corso di secondo livello.

Lambrusco a Palazzo è promosso dalle delegazioni ONAV di Mantova, Modena, Parma e Reggio Emilia, in collaborazione con la Strada dei Vini e dei Sapori Mantovani e il patrocinio del Comune di San Benedetto, ha riscosso anno dopo anno sempre maggior successo, ospitando un numero crescente di presenze ed etichette di Lambrusco (le aziende sono più che raddoppiate rispetto alle prime edizioni). 

 

 

Registrazione newsletter

Iscriviti per ricevere la nostra newsletter