I 3 Pecorini

I "3PECORINI" INSIEME PER INFORMARE

Il Pecorino Romano D.O.P., il Pecorino Sardo D.O.P. e il Fiore Sardo D.O.P. - prodotti totalmente con latte di pecora intero sono eccellenze alimentari della Sardegna e la loro elaborazione ed evoluzione si deve all'antica tradizione pastorale di questa terra. Versatili e facili da abbinare, nella varietà di sapori evocano distintamente il territorio da cui provengono. 
Che si preferisca il gusto aromatico del Pecorino Romano, il sapore delicato del Pecorino Sardo Dolce, quello deciso del Pecorino Sardo Maturo, o l’aroma intenso e piccante del Fiore Sardo, ciascuno dei tre formaggi a Denominazione di Origine Protetta ha le carte in regola per deliziare i palati più esigenti. 

PECORINO ROMANO D.O.P., PECORINO SARDO D.O.P. E FIORE SARDO D.O.P.
 
I formaggi che hanno fatto la storia
Nonostante le prime forme di Pecorino Romano siano state probabilmente prodotte nell’Antica Roma, le radici di questi formaggi così speciali risalgono ai popoli che abitavano anticamente le terre sarde e che erano principalmente dediti all’allevamento degli ovini. Si narra che già nella preistoria i Nuragici producessero formaggi di pecora attratti dal loro sapore inconfondibile e dalla ottima capacità di conservazione. Non è un caso che una così antica e affermata tradizione casearia si sia sviluppata in Sardegna, da sempre territorio particolarmente adatto alla pastorizia 
È infatti la Sardegna il luogo in cui la tradizione casearia ha trovato il suo maggiore sviluppo e dove oggi avviene la maggior parte della produzione. Nel corso degli anni le aziende di produzione casearia – note come caselli -  hanno iniziato a svilupparsi in tutta la regione ed è grazie a loro che oggi i Pecorini D.O.P. della Sardegna sono noti in tutto il mondo. 

IL TERRITORIO
La Sardegna: un paradiso per gli amanti dei formaggi
La Sardegna è celebrata in tutto il mondo per le sue spiagge e i magnifici paesaggi che offre da Nord a Sud. L’isola è caratterizzata da una morfologia irregolare, e presenta condizioni climatiche e ambientali che hanno sicuramente favorito il diffondersi dell’allevamento ovino e quindi la produzione casearia. Ancora oggi i pastori sardi guidano le loro greggi tra vallate verdi e montagne scoscese come facevano i loro avi, in armonia con il territorio, l'ambiente e gli animali. 

La pecora sarda

La pecora Sarda è una razza ovina autoctona che vanta origini antichissime. Discendente del Muflone selvatico, ancora presente numeroso nel massiccio del Gennargentu (zona centrale e remota dell’Isola). Nel corso della sua evoluzione si è adattata perfettamente al suo territorio selvaggio, caratterizzato da una morfologia collinare e montuosa. Il suo habitat naturale è costituito prevalentemente dalla macchia mediterranea tipica dell’isola, con ampi pascoli caratterizzati da cespugli ed erbe spontanee. Da più di quattromila anni questi ovini vengono allevati dai pastori per la produzione di latte, di carne e di lana. Dai primi del Novecento, la pecora Sarda è allevata prevalentemente per la produzione di latte. Essa rappresenta circa il 52% della popolazione ovina nazionale ed il 95% di quella regionale. 
(1- fonte BDN Nazionale Teramo –Elaborazione INEQ Istituto Nord Est Qualità).

L’allevamento
Oggi in tutta la Sardegna gli ovini vengono allevati allo stato brado e semibrado sfruttando i pascoli naturali e i prati pascoli. Per le sue notevoli capacità di ambientamento, essa è presente tanto nelle zone collinari e montane, quanto nelle zone di pianura in condizioni di allevamento estensivo, rispettando la sostenibilità ambientale dei territori. Queste sue caratteristiche le hanno consentito una capillare diffusione in tutta l’Isola. L’alimentazione degli ovini è basata in prevalenza sull’utilizzo diretto di pascoli naturali, ragione per cui il loro latte viene considerato di alto valore qualitativo. 

PRODOTTI DI QUALITA’

Certificazione D.O.P.
Nel 1996  i tre formaggi ovini sardi, il Pecorino Romano, il Fiore Sardo e il Pecorino Sardo, hanno ottenuto dall’Unione Europea il riconoscimento di Denominazione di Origine Protetta (D.O.P.): il Pecorino Romano con il Regolamento Ce n° 1107/96*, il Pecorino Sardo ed il Fiore Sardo con il Regolamento Ce n° 1263/96. Questa importante legittimazione ha rappresentato il riconoscimento a livello europeo della qualità e unicità dei 3 prodotti caseari dell'isola. Il marchio D.O.P. viene infatti assegnato esclusivamente a quei prodotti agricoli ed alimentari le cui fasi del processo produttivo sono strettamente legate alla storia, alla cultura e all’ambiente propri di un’area geografica delimitata e che risultano conformi a un Disciplinare di Produzione. 
Per questo motivo l'Unione Europea che detta regole precise per la salvaguardia delle produzioni D.O.P., ha previsto l'istituzione di appositi regimi di controllo e certificazione della qualità, a tutela dei consumatori, con lo scopo di dotare i produttori di strumenti concreti per identificare e promuovere meglio prodotti aventi caratteristiche specifiche, nonché proteggerli da imitazioni e contraffazioni. 

Scegliere un formaggio ovino sardo D.O.P significa quindi:
• avere la garanzia di acquistare un prodotto tipico, autentico e di qualità che fa parte del patrimonio alimentare europeo;
• riconoscere il valore aggiunto associato alla qualità certificata;
• sostenere la lotta alle imitazioni, alle contraffazioni e alla concorrenza sleale;
• valorizzare il lavoro dei produttori salvaguardando gli aspetti culturali e delle tradizioni produttive del nostro territorio così da garantire un duraturo sviluppo economico e sociale.
(*) La lavorazione del Pecorino Romano è limitata alle regioni della Sardegna, Lazio e alla provincia di Grosseto in Toscana.

Latte ovino di qualità
Il Pecorino Romano D.O.P., il Pecorino Sardo D.O.P. e il Fiore Sardo D.O.P. sono formaggi ottenuti da latte ovino intero che ha caratteristiche differenti da quello vaccino. Nonostante la percentuale di lattosio sia simile nel latte delle due specie, il latte ovino presenta una qualità e quantità di grassi e di proteine notevolmente superiore. Questo latte, grazie all’allevamento al pascolo contiene la vitamina A che gli conferisce un colore bianco porcellanato e una maggiore viscosità a causa del più elevato contenuto di sostanza secca. I formaggi che derivano dal latte di pecora Sarda sono ricchi di proteine con un elevato potere calorico. Il latte della pecora Sarda viene utilizzato principalmente nell’industria casearia per la produzione di formaggi pregiati e molto richiesti dai consumatori. 
Le grandi trasformazioni operate nel comparto caseario degli ultimi decenni e l'introduzione di innovative tecniche per il miglioramento delle caratteristiche igienico sanitarie degli allevamenti hanno consentito di elevare significativamente la qualità della vita dei pastori e degli animali. Conseguentemente, il latte prodotto ha visto ridurre significativamente il contenuto di cellule somatiche e di carica batterica consentendo una caratterizzazione della presenza degli acidi grassi essenziali polinsaturi, di cui il latte è particolarmente ricco. Il miglioramento genetico avvenuto negli anni sulla pecora di razza Sarda e il costante monitoraggio delle produzioni lattiere ha permesso di ottenere animali con delle produzioni quali-quantitative eccellenti. 
L’assistenza tecnica e la costante raccolta di dati svolta dai controllori zootecnici dell’ARA (Associazione Allevatori della Sardegna) ha permesso agli allevamenti di progredire e di avere, nel tempo, animali migliori, consentendo la diffusione della razza in tutte le Regioni d’Italia dove è praticata la pastorizia. 

Lo sapevi che?
Attualmente in Sardegna si contano più di 3 milioni di pecore divise in greggi, che in alcuni casi possono superare i 1.200 capi. L’isola si impone di diritto come la regione leader in Italia per l’allevamento ovino, tanto che il 68% della produzione di latte di pecora proviene dall’isola.

IL PROGETTO
La campagna 3PECORINI è frutto della collaborazione tra il Consorzio per la Tutela del Formaggio Pecorino Romano D.O.P., il Consorzio per la Tutela del Formaggio Pecorino Sardo D.O.P. e il Consorzio per la Tutela del Formaggio Fiore Sardo D.O.P., che si sono riuniti per promuovere le produzioni D.O.P. in Europa e negli Stati Uniti grazie al regime di aiuto stanziato dall’Agenzia Regionale per il sostegno all’agricoltura e alla Regione Autonoma della Sardegna (L.R. n. 5/2015 art. 15). 
“3 Pecorini” significa Pecorino Sardo, Pecorino Romano e Fiore Sardo, formaggi a Denominazione di Origine Protetta che ne certifica l'altissima qualità e il territorio di origine. Sono prodotti con latte ovino al 100%, proveniente da pecore allevate nelle rispettive zone d’origine allo stato brado da pastori che, ancora oggi, seguono tradizioni millenarie. La produzione dei formaggi sardi D.O.P. è il frutto di una terra incontaminata, di una antica cultura casearia e del lavoro di una sapiente squadra di uomini. E di pecore.

Il progetto per la promozione del Pecorino Romano D.O.P., del Pecorino Sardo D.O.P. e del Fiore Sardo D.O.P. ha l’obiettivo di:
• sviluppare la conoscenza dei prodotti in Italia, Germania, Regno Unito, Francia e Stati Uniti;
• consolidare la posizione delle 3 D.O.P. nei mercati in cui è gia presente e introdurle in quelli che offrono maggiori potenzialità di sviluppo.

L’attuazione del progetto si basa sulla costruzione di un’identità differenziante e unica per i 3 prodotti e sulla diffusione di un messaggio semplice: “Non le solite pecore. Non i soliti formaggi” che sarà anche il vettore di informazioni tecniche per diffondere la conoscenza dei prodotti lattiero-caseari ovini della Sardegna a denominazione riconosciuta dall’Unione Europea. Allo stesso tempo la campagna vedrà strategie mirate, differenti in base al paese target.
Il progetto prevede una pianificazione delle azioni su un periodo di 3 anni - da luglio 2017 a fine giugno 2020. 
Programma finanziato dalla regione Autonoma della Sardegna con L.R. n.5/2015 art.15

Per maggiori informazioni: www.3pecorini.com

 

Registrazione newsletter

Iscriviti per ricevere la nostra newsletter